Biografia di Dong Yu Lan

Nell’anno 1920, nella città di Ningbo, provincia di Zhejiang, nacque Dong Yu Lan, colui che più tardi sarebbe diventato un importante propagatore del vangelo del regno di Dio in Sudamerica. Egli è diventato un uomo d’affari sin dalla giovane età. Questo ha fatto sì che collezionasse molte esperienze a livello umano, spirito imprenditoriale, ampia visione degli affari e gestione di imprese, esperienze che sono diventate molto importanti affinché successivamente venisse usato dal Signore, così come avvenne con Mosè, Isaia, Amos e molti altri servi di Dio (Es 3-4; Is 6:5-8; Am 7:14-15). Recentemente egli ha detto a un gruppo di suoi collaboratori che fin da giovane ha lavorato molto nel settore secolare, per essere perfezionato, al fine di servire il Signore nella chiesa e, oggi, si dedica a questo con dedizione, affinché, in futuro, possa essere ancora più utile a Lui nella manifestazione del Suo regno. Nei suoi messaggi, Dong Yu Lan evidenzia sempre che il Signore Gesù, quando era sulla terra, non ha messo i Suoi discepoli all’interno di una classe per istruirli, insegnare o impartire loro regole da seguire; invece, giorno dopo giorno camminava con loro e usava gli avvenimenti quotidiani per perfezionarli (Lc 8:1-3; At 1:21-22).

Un servo di Cristo a favore dell’opera di espansione del regno di Dio e della crescita di vita dei Suoi figli 

Il nonno di Dong Yu Lan era molto ricco, e siccome suo padre era figlio unico, egli ereditò tutta la fortuna di famiglia; ciononostante, siccome non sapeva bene come amministrarla, finì per perdere tutto. In questo modo, Dong Yu Lan, ancora molto giovane, nonostante fosse il figlio minore tra i maschi, dovette iniziare a lavorare duramente per aiutare il mantenimento familiare. Iniziò ad andare a piedi per risparmiare il denaro dell’autobus al fine di consegnarlo alla madre. La sua responsabilità era tanta che, a 17 anni, condusse cinque camion di ferraglia da Shangai fino all’Indocina, attraversando la Birmania e altri paesi, per vendere il materiale nella regione. Durante il percorso, tre camion si ruppero e vennero lasciati lungo la strada. Egli portò due camion a destinazione, smontò uno di essi e tornò con i pezzi per riparare gli altri tre. Affrontando queste difficoltà e molte altre, iniziò a maturare e gestire ogni situazione che gli si presentasse, diventando un imprenditore esperto. In seguito creò una famiglia e, nel 1955, ebbe un’esperienza genuina di conversione a Dio.

Un giorno, suo fratello più grande lo portò a una riunione della chiesa per ascoltare il vangelo. Al termine della riunione venne avvicinato da un fratello che gli disse: “Signor Dong, lei sapeva che tutti gli uomini hanno peccato; che siamo tutti peccatori?”. Così lui rispose: “Cosa? Io un peccatore? No, non ho mai fatto nulla di sbagliato!”. Egli disse così perché, come Giobbe, si considerava una persona giusta, perfetta e che si teneva alla larga dal male (Gb 1:1); e aggiunse: “Voi siete peccatori, non io!”, e se ne andò. Più tardi, egli venne illuminato dal Signore e riconobbe la sua vera condizione; si pentì, venne salvato e battezzato. Dopo ciò, la sua situazione cambiò: mentre stava accendendo una sigaretta per fumare, sentì un sapore orribile; era il Signore che lo liberava da quel vizio; inoltre perse il desiderio di bere e giocare, perché poco a poco, la vita divina che aveva ricevuto iniziò a crescere in lui, portandolo a vivere in modo consacrato a Dio.

Per la grande responsabilità che iniziò ad avere nei confronti degli interessi di Dio, rapidamente diventò un presbitero della piccola chiesa della città di Tai Mei, la quale, più tardi, è stata incorporata alla città di Taipei. Siccome era urgente che la visione dell’unità del corpo di Cristo fosse divulgata su tutta la terra, nel 1958 i fratelli che avevano questa visione e pratica in Taiwan, sono stati incoraggiati a immigrare in Occidente, al fine di propagare quest’importante rivelazione che avevano ricevuto dallo Spirito. A partire dalla sua chiamata è sempre stato accompagnato e sostenuto in preghiera da sua moglie, la sorella Ester, che lo incoraggiava a servire il Signore, nonostante spesso dovesse effettuare lunghi viaggi, mentre lei si prendeva cura della gestione familiare. Per tutto il tempo che trascorsero insieme, essi affrontarono molte battaglie spirituali e alti e bassi, propri di coloro che servono e conducono con fermezza e fedeltà l’opera del Signore. Il 9 febbraio del 2008 la sorella Ester si è addormentata nel Signore.

Nel 1975, il fratello Dong ha ricevuto l’incarico dello Spirito per aiutare le chiese del Brasile e quelle del Sudamerica al fine d’invocare il nome del Signore e di leggere-pregare la Parola al fine di guadagnare vita, vivere in spirito e camminare in comunione con Dio. In quel tempo egli venne invitato ad impartire la Parola a un gruppo di giovani nella città di Ribeirão Preto e in quel momento il suo incarico principale era di portare loro a invocare il nome del Signore. Le chiese sperimentarono un rinnovo spirituale molto grande a partire da quel momento. Come frutto di questo lavoro al Signore, attualmente in tutta l’America del Sud ci sono più di tremila chiese innalzate, a testimonianza del fatto che l’incarico che aveva ricevuto proveniva dallo Spirito.

Un’altra caratteristica importante di questo servo di Dio è aiutare le chiese non solo ad ascoltare e apprezzare la Parola di Dio, bensì a metterla in pratica, applicarla quotidianamente e divulgarla alle altre persone. In questo modo, dando la dovuta importanza al nome e alla Parola del Signore, le chiese che ricevono quest’aiuto gioiscono oggi della realtà della chiesa di Filadelfia, modello di chiesa normale menzionata dall’apostolo Giovanni nel libro di Apocalisse (3:7-13).

Da 40 anni, anno dopo anno, questo servo del Signore ha impartito conferenze bibliche a livello regionale, nazionale e internazionale in tutto il Sudamerica, e in altri continenti qualora invitato. Il suo maggior incarico è di aiutare i figli di Dio a prepararsi e a velocizzare il ritorno del Signore per mezzo della predicazione del vangelo del regno (2 P 3:9, 12; Mt 24:14). Il suo modo di vivere e il ministero sono controllati da questa visione. Durante gli innumerevoli viaggi che ha compiuto in vari paesi, egli racconta sempre che “Cristo è la nostra vita e la chiesa il nostro vivere; promuovere il ritorno del Signore è la nostra missione e regnare con Lui è la nostra meta”. Per raggiungere quest’incarico e rispettare gli interessi divini, egli sta aiutando i figli di Dio a concepire la Parola come un alimento e non come mera conoscenza.

Al fine di registrare e divulgare le preziose rivelazioni dispensate dallo Spirito a questo servo di Dio, durante le conferenze da lui impartite, la Casa Editrice Albero della Vita ha iniziato a pubblicarle in vari libri. Ci sono più di 100 titoli prodotti e distribuiti su larga scala nelle lingue portoghese, spagnolo, inglese, tedesco, italiano, francese e coreano. Una delle pubblicazioni da lui realizzate, che ha aiutato molti figli di Dio a camminare e vivere nello spirito è l’“Alimento Quotidiano”, un giornale bimestrale che oggi conta più di 40.000 iscritti.

L’incarico che brucia nel cuore del nostro fratello Dong, nel corso di questi anni, è espandere la sfera del regno di Dio sulla terra, e cerca di farlo collaborando per stabilire la testimonianza dell’unità dei figli di Dio in ogni città. Al fine di espandere l’opera del Signore sulla terra, lo Spirito, per mezzo del fratello Dong, ha generato alcuni strumenti efficaci come la Estancia Árvore da Vida – uno spazio meraviglioso per eventi, con una capacità di 10 mila persone, in cui sono impartite le conferenze internazionali; la Casa Editrice Albero della Vita  – che pubblica i libri scritti da lui; il Giornale Albero della Vita – che mira a fornire la Parola a tutti i figli di Dio per mezzo di articoli rivolti ad adulti, giovani, coppie, genitori e figli; le Cooperative di colportori – centri di divulgazione e distribuzione dei libri per i colportori e le chiese, installate nelle varie regioni del Brasile; il CEPPEV – Centro di Perfezionamento per la Propagazione del Vangelo e i Colportori – fratelli e sorelle che portano alimento spirituale ai figli di Dio per mezzo della parola scritta, oltre al progetto “Expolivro Árvore da Vida” – autobus-libreria-biblioteca che viaggiava in tutta l’America del Sud, portando la parola di Dio in modo semplice e pratico. In Brasile, questi autobus hanno percorso tutte le capitali e le città principali.

Una volta, appena finito di mangiare con i suoi collaboratori, Dong Yu Lan prese un tovagliolo e vi scrisse tre paia di caratteri cinesi, che significano visione, propagazione e innovazione. Chi lo accompagna sa che nel suo ministero egli non si ferma a ciò che è tradizionale, convenzionale; al contrario, cerca sempre la luce da parte del Signore per avere una nuova rivelazione della Parola. La caratteristica di un innovatore è molto forte nel suo percorso cristiano, perché non si ferma alla struttura spirituale ottenuta con le tante esperienze e durante gli anni di vita con il Signore. Grazie alle sue parole e comportamenti, Dong Yu Lan dimostra di essere sempre al passo coi tempi. La visione del regno e la conseguente commissione di predicare il vangelo a tutti, lo porta a cercare una comunione sempre più forte con Dio. In questo modo, da poco più di quattro anni, gli è stato rivelato uno strumento meraviglioso per facilitare e accelerare il contatto con le persone per mezzo della parola scritta: il BooKafé, che significa libri che portano alla fede.

Dong Yu Lan possiede anche un altro nome che gli è stato dato da suo padre all’inizio degli studi: Dong Mao Yi. Si tratta di un nome molto interessante perché descrive al meglio la sua personalità. “Mao” significa splendido, grandioso, maestoso. “Yi” significa risoluto, deciso, fermo, persistente, perseverante o resiliente. Il primo carattere dipinge bene la sua personalità, che ha una luce diversa, pensa in grande, non è mediocre, possiede un fare maestoso. Il secondo carattere dipinge bene le peculiarità di un uomo imprenditore, determinato, risoluto, non esita quando è convinto di ciò che Dio vuole, anche dinanzi alle avversità, egli è persistente, perseverante, alle volte le persone lo confondono con mera testardaggine; egli possiede ciò che ogni imprenditore di successo dovrebbe avere, ovvero la resilienza, cioè, sopporta le difficoltà fino a terminare le forze. Queste caratteristiche sono state molto utili a Dio nella Sua opera.

Bibliografia

Tra i libri scritti dal fratello Dong Yu Lan, evidenziamo i seguenti: Successo e rovina di un leader; La salvezza di una società in crisi – libro di Giudici; Venga il Tuo regno – Vangelo di Matteo; Il servo fedele e prudente; La promessa della vita e il premio del regno; Daniele – il destino del governo umano; La visione del tabernacolo; Il carattere dell’uomo di Dio; Un uomo secondo il cuore di Dio; La più grande sofferenza di Gesù: Progresso spirituale; Il ritorno del Signore è vicino; Il focus di Dio: il regno; La nostra visione e commissione; I pericoli del lato buono dell’anima e Come trarre vita dalla Bibbia? Tutti pubblicati dalla Casa Editrice Albero della Vita.